La nostra vita psichica è costituita da oscillazioni tra polarità opposte: amore e odio, paura e coraggio, esuberanza e timidezza. Queste generano ambivalenza e conflitti. Per raggiungere l’armonia non è necessario eliminare una delle due polarità, ma possiamo metterle in tensione creativa fra loro.

Non parliamo di “compromesso” che è una conciliazione statica, ma di “sintesi” ovvero di un equilibrio dinamico di tensioni.  Integrare i termini in una vita più ampia, più piena, in una realtà superiore che li contenga e allo stesso tempo li trascenda. Questa è la vera sintesi. Per realizzarla, ci deve essere la presenza continua e l’azione potente di un principio di regolazione superiore. 

Philosintesi

Questo principio, nel suo aspetto più alto, è l’elemento spirituale, che è superiore a quello psicologico e porta ordine, armonia, bellezza e gioia. Trasforma gradualmente l’uomo debole e insicuro, diviso in se stesso, agitato da violenti contrasti e dal dolore, in un essere completo e coerente.

Philosintesi

Attraverso il dialogo la Philosintesi genera strategie evolutive destinate a singoli, coppie, gruppi ed aziende.